NARRATTIVA: Giochi per creare e vivere la TUA storia!

concorso

Ott 29, 2018

Bacchanalia design contest

News_01_design_contGiocatori! Master! Designer! Siete appena stati “schiaffeggiati” con il proverbiale guanto bianco. Narrattiva vi sfida a singolar tenzone! Parte un concorso di design che viene lanciato a Lucca Comics & Games 2018 in presenza degli autori e vedrà il vincitore premiato a Lucca Comics & Games 2019.

La sfida è questa:

Sarete in grado di creare un gioco di ruolo utilizzando le carte di Bacchanalia in maniera differente da quella del gioco base?

In palio la gloria della vittoria, un premio un premio in denaro di € 200 e un biglietto per Lucca Comics & Games 2019. Tutti i giochi verranno pubblicati sul sito Narrattiva, sul sito Bacchanalia e quelli che colpiranno più favorevolmente la giuria avranno una pubblicazione cartacea all’interno di una raccolta. Narrattiva coprirà ogni costo relativo a illustrazioni / tipografi / layout / impaginazione e al 31 dicembre di ogni anno – fino ad esaurimento scorte – tutti gli utili verranno devoluti a Emergency.

Ora i dettagli:

Scadenze:

Saranno considerati validi tutti i giochi di ruolo che perverranno in redazione entro le 24:00 del 31 agosto 2019. Potranno pervenire in forma elettronica all’indirizzo bacchanalia@studioshadow.it oppure all’indirizzo fisico di Narrattiva: via Tommaso Zoffili 7, 47122 Forlì (FC). Tassativo che i giochi siano scritti in italiano o in inglese.

Per essere valido, il gioco:

  • Deve essere un gioco di ruolo (saremo elastici nella definizione, ma non verranno accettati giochi da tavolo);
  • Deve obbligatoriamente utilizzare come materiale di gioco le carte provenienti da uno o più mazzi di Bacchanalia. Si deve trattare di un uso strutturale e non facoltativo (cioè in assenza del mazzo/i di Bacchanalia, non deve essere possibile giocare);
  • Può utilizzare anche altri materiali (dadi, segnalini, etc.) purché in quantità ragionevole e possano eventualmente essere sostituiti con facilità da materiali a disposizione di tutti (ad esempio i segnalini con le monete);
  • Deve includere almeno tre fra i seguenti spunti: Bertinoro (la location del gioco originale), il vino, il sesso, l’amore, la morte e la fuga.

Non ci sono ulteriori limitazioni al design. Potete scrivere un gioco da campagna molto complesso come un gioco da seduta singola molto “easy”. Potete scrivere un manuale di poche facciate come uno da decine di pagine. Tuttavia la giuria riterrà punti di merito:

  • Giochi emotivamente intensi;
  • Giochi con regole corte;
  • Giochi con regole facili da spiegare e imparare;
  • Giochi da seduta singola, anche breve (come Fantasmi assassini o Showdown);
  • Giochi che fanno un uso particolarmente originale e creativo dei materiali di gioco;
  • Giochi che limitano l’uso di materiali esterni (segnalini, fogli, tabelloni, etc.) o comunque fanno in modo che detti materiali possano essere sostituiti con oggetti a disposizione di tutti.

La parte in “legalese”

Inviando il gioco cederete espressamente a Shadow di Michele Gelli, azienda proprietaria della label “Narrattiva”, i diritti non esclusivi di pubblicazione worldwide in inglese e italiano, sia su supporto cartaceo che elettronico. Questo è necessario affinché i giochi possano essere messi sui siti e eventualmente pubblicati nella raccolta. Il regolamento completo sarà disponibile a breve. Voi iniziate a scaldare i motori…

Averete il coraggio di raccogliere la sfida?

Sticky
0
Share
Ott 17, 2018

La parola a Michele…

News_01_Lovecraftesque_polemiche

 

Ok. Lovecraftesque ha vinto il Gioco dell’Anno 2018.

Ho letto tanti commenti scomposti alla sconfitta di D&D. E parecchi li ho trovati davvero imbarazzanti. Talmente imbarazzanti da non meritare commenti. La mia opinione la lascio alle parole di Anton Ego:

<< Per molti versi la professione del critico è facile: rischiamo molto poco pur approfittando del grande potere che abbiamo su coloro che sottopongono il proprio lavoro al nostro giudizio. Prosperiamo grazie alle recensioni negative che sono uno spasso da scrivere e da leggere. Ma la triste realtà a cui ci dobbiamo rassegnare è che nel grande disegno delle cose, anche l’opera più mediocre ha molta più anima del nostro giudizio che la definisce tale. Ma ci sono occasioni in cui un critico qualcosa rischia davvero. Ad esempio, nello scoprire e difendere il nuovo. Il mondo è spesso avverso ai nuovi talenti e alle nuove creazioni: al nuovo servono sostenitori! >>

La Pixar ha detto quello che penso meglio di come potrei dirlo io. Onore alla giuria che – indipendentemente dalla vostra opinione sulla decisione presa – ha sicuramente saputo fare una cosa molto coraggiosa.

-Michele Gelli

sign

 

(con le mie scuse alla Pixar)

 

 

 

Sticky
0
Share
Set 14, 2018

Lovecraftesque nominato per il Gioco di Ruolo dell’Anno 2018

News_02_LUCCA_2018_Gioco_dell'AnnoLo scorso 8 Settembre, in diretta Facebook, la giuria del Gioco di Ruolo dell’Anno ha presentato i finalisti. Ne sono stati scelti cinque, contro i previsti tre, sfruttando una clausola del regolamento che permette alla giuria di allargare la rosa. E devo dire che, vista la qualità media delle proposte, non posso che concordare.

La motivazione della nomination di Lovecraftesque è stata la seguente:

“Dopo numerosi giochi dedicati ai miti di Cthulhu è difficile pensare ad un GdR capace di immergervi così profondamente negli sdrucciolevoli labirinti scaturiti dalla penna del solitario di Providence. Ebbene, Lovecraftesque è quel gioco. Grazie a una narrazione guidata ma condivisa che alleggerisce, distribuendole, le responsabilità della conduzione della storia, saranno i giocatori a creare la loro storia d’autore in stile lovecraftiano scoprendo nuovi orrori e forse intuendo qualche ombra dei Grandi Antichi. Il manuale è ben strutturato e ricco di esempi e suggerimenti che permettono anche ai giocatori neofiti, e a chi non conosce i miti di Cthulhu, di cogliere lo spirito del gioco con molta facilità, e farlo proprio. Il gioco è ideato da Joshua Fox & Becky Annison prodotto da Black Armada, edito e distribuito in Italia da Narrattiva.”

Auguri anche a Dreamlord Press, che piazza in finale il suo The Sprawl. Nonché a Be-Movie e Cabal, che sicuramente meritavano questo riconoscimento. Quattro giochi indie sfideranno l’elephant in the room, il “progenitore”: Dugeons & Dragons.

Chi la spunterà?

A presto per tutte le notizie su Lucca Comics & Games 2018 (che sono davvero tante)

Il vostro affezionato vicino

sign

Sticky
0
Share
Giu 10, 2017

Gioco dell’Anno 2017: gli iscritti

News_Gioco_dellanno_2017

È stato pubblicato l’elenco degli iscritti al Gioco di Ruolo dell’Anno 2017. Il premio,  erede del Best of Show (assegnato nel 2011 a Il Mondo dell’Apocalisse), viene assegnato ogni anno da Lucca Comics & Games.

In questa edizione Narrattiva ha in concorso ben quattro giochi: La Creatura, Undying, Avventure in Prima Searata, II edizione, Persi nella Pioggia. Tutti  hanno le carte in regola per vincere, ma anche la concorrenza è agguerritissima: si va da mostri sacri come D&D, V edizione a  giochi tutti Italiani come il meraviglioso Omen.

Auguri a tutti i concorrenti, e stay tuned per ulteriori news

Michele

sign

Sticky
0
Share
Giu 09, 2017

Giochi D’amore e La Creatura finalisti al Diana Jones Award!

NewsDiana_Jones_2017

Ieri sono stati annunciati i sei finalisti dell’edizione 2017 del prestigioso Diana Jones Award for Excellence in Gaming, il premio che dal 2001 viene assegnato durante la Gencon al gioco (o alla persona, o all’associazione – qualunque cosa può essere premiato, a discrezione dei giudici) che ha più rappresentato l’eccellenza nel gioco nell’anno precedente.

Questo premio si distingue dagli altri per due importanti motivi: primo, non è assegnato dal pubblico o dai critici, ma dagli “addetti ai lavori”: La giuria è composta da game designer, editori, o comunque da persone che si sono distinte nella loro carriera nel mondo del gioco, e sono state invitate ad unirsi a questa giuria (sì, anche il far parte della giuria del Diana Jones Award è già un premio), e, secondo punto di distinzione, non è settoriale, non guarda solo ai giochi di ruolo o ai giochi di carte, ma è un premio per l’eccellenza in tutto il mondo del gioco, comprendendo anche giochi di carte, giochi da tavolo, larp, ecc.

Ed è con grande soddisfazione che abbiamo accolto la notizia che non uno, ma ben due giochi pubblicati da Narrattiva sono in questa ristrettissima rosa di sei finalisti! Precedentemente sono stati nominati nella short list Montsefur 1244 e Kagematsu, mentre La mia Vita col Padrone ha effettivamente vinto il premio.

I due giochi sono:

La Creatura (in originale “The Beast“) di Aleksandra Sontowska and Kamil Węgrzynowicz, con la motivazione “The Beast is an unsettling, erotic journaling game for one player. Each day for twenty-one days you turn up a card with a prompt on it and write a response in your journal. The game takes you deep into imagining a disturbing, secret sexual relationship you have with a beast. If there’s one thing you don’t see much of in hobby games it’s meaningful interior narratives, but The Beast‘s weird, unique brew of dark transgressions, playing as a fictional version of yourself, and journaling the results somehow surfaces real untold truths in us about how the world works, and how relationships work, and what’s important in life. The Beast is memorable, transgressive, and procedurally and thematically unlike anything else you may have played“.

Giochi D’Amore (in originale “The Romance Trilogy“) di Emily Care Boss, con la motivazione:  “Though a staple element of the stories we base our narratives on, romantic interaction was neglected in roleplaying practice—until Emily Care Boss trained her sights on this longstanding gap. Starting in 2005, her indie-format games Breaking the Ice, Shooting the Moon and Under the Skin earned acclaim, built a dedicated play community and blazed a trail for other designers. 2016’s publication of the gorgeous, much expanded valedictory collection, The Romance Trilogy, acts as both a mission statement and a platform to further explore the implications of the original three games. Its publication gives the committee the opportunity to recognize Emily’s enormous contribution to tabletop roleplaying“.

Sticky
0
Share
Set 14, 2016

Quanti telefilm (ri)conosci?

 

sito_02_aips

Avete visto la nuova copertina di Avventure in Prima Serata? Visto la nuova, scintillante edizione? Vorreste avete gratis, a casa vostra, tutte le uscite che Narrattiva ha in serbo per Lucca Comics & Games 2016?

Bene. Guardate la TV nella prima di copertina. È composta di titoli di famose (famosissime) serie TV. Da tanti titoli. Quanti ne riconoscete? Chi, entro Domenica, 23 ottobre 2016, manderà a staff@narrattiva.it il maggior numero (corretto) di titoli di cui è formata la televisione in copertina riceverà, direttamente a casa, tutte le uscite della prossima edizione di Lucca! Due piccoli aiuti: c’è anche qualche serie animata fra i titoli, e fossi in voi non mi limiterei a cercare titoli solo in America …

PS: curiosi di sapere le nuove uscite? La prima sarà annunciata a Modena Nerd proprio in occasione dell’uscita della seconda edizione di Avventure in Prima Serata!

Non mi resta che augurarvi buon gioco e darvi appuntamento sul nostro sito old.narrattiva.it.

Sticky
0
Share