NARRATTIVA: Giochi per creare e vivere la TUA storia!

Gioco dell’Anno

Feb 25, 2019

Bad Moon Rising: (quasi) sold out e aggiornamento logistica

News_01_Bad_Moon_02

Già lo sapete: Bad Moon Rising, in programma in quel di Play Modena 2019, è il primo evento massivo “Massivo” al mondo per Lovecraftesque.
Abbiamo un paio di comunicazioni di servizio:
  • ci ritroveremo direttamente alla sala 400, primo piano, Venerdì 5 Aprile alle ore 20:00. Non allo stand Narrattiva come precedentemente comunicato.
  • vi segnaliamo che la maggior parte dei posti disponibili sono già stati occupati. Anche se quelli rimasti sono una manciata, siete ancora in tempo per partecipare! Prenotate il vostro posto tramite questa form!
  • per gli amanti del last minute (e del brivido) ci sarà la possibilità di iscriversi anche direttamente presso lo stand (all’evento o – come più probabile – alla lista di attesa), ma vi rinnoviamo l’invito a prenotare.
Non mi resta che darvi appuntamento a Modena fra una manciata di giorni.

         Il vostro affezionato vicino

sign

Sticky
0
Share
Feb 24, 2019

Il Primo evento Massive di Lovecraftesque!

News_01Bad_Moon_

Narrattiva presenta a Play Modena 2019, in collaborazione con Morgengabe e in assoluta anteprima, il primo evento “Massive” dedicato a Lovecraftesque!

Quando c’è?
L’evento è programmato per la sera del primo giorno di Play Modena, 2019, Venerdì 5 aprile, dalle 20:30.

Cos’è un evento “Massive”?
Si tratta di una partita giocata in contemporanea su più tavoli da decine di giocatori.

Come avete fatto con Lovecratesque, che è senza master?
Siamo nel 1938. All’inizio della serata, un notaio darà lettura del testamento di Herr Otto Ernst, tragicamente deceduto il 06 Maggio 1937, nella tragedia del dirigibile LZ 129 Hindenburg.
Ogni Testimone riceverà un lascito, che sarà il “motore” dello scenario di ogni tavolo. A quel punto i facilitatori faranno in modo che ogni tavolo completi il suo scenario e spiegheranno le regole del gioco. Il tavolo degli organizzatori darà un primo giro “di esempio”. E si entrerà nel vivo dell’azione.

Riuscirete a utilizzare i vostri – pochi – cablogrammi saggiamente? Cosa conterrà il misterioso pacco che i Testimoni hanno trovato? Quali agghiaccianti misteri si nascondono dietro ai misteriosi oggetti ereditati? E anche il notaio, possibile che non avesse neppure sospettato qualcosa?

La logistica
Partiremo alle 20:30 nella Sala 400, primo piano, dopo esserci radunati dalle 20:15 presso lo stand Narrattiva. Pur essendo un evento massivo (che coinvolgerà parecchi tavoli e decine di giocatori) si tratta pur sempre di un evento a numero chiuso. La prenotazione è quindi obbligatoria.

E non dimenticate, uscendo, di passare al videobox! Siete pronti per essere catapultati in una nuova dimensione dell’orrore cosmico?

L’evento si svolgerà a Play Modena 2019, Venerdì 5 Aprile 2019, dalle 20:30 a oltranza.

L’evento è a numero chiuso e gli inscritti alla mailing list Narrattiva hanno avuto un weekend di vantaggio. I posti già ora sono in parte prenotati.

Per partecipare, vi basterà compilare questa form.

         Il vostro affezionato vicino

sign

Aggiornamento della logistica

Avvisiamo che c’è stato un aggiornamento della logistica dell’evento. Ulteriori informazioni qui.

Sticky
0
Share
Ott 17, 2018

La parola a Michele…

News_01_Lovecraftesque_polemiche

 

Ok. Lovecraftesque ha vinto il Gioco dell’Anno 2018.

Ho letto tanti commenti scomposti alla sconfitta di D&D. E parecchi li ho trovati davvero imbarazzanti. Talmente imbarazzanti da non meritare commenti. La mia opinione la lascio alle parole di Anton Ego:

<< Per molti versi la professione del critico è facile: rischiamo molto poco pur approfittando del grande potere che abbiamo su coloro che sottopongono il proprio lavoro al nostro giudizio. Prosperiamo grazie alle recensioni negative che sono uno spasso da scrivere e da leggere. Ma la triste realtà a cui ci dobbiamo rassegnare è che nel grande disegno delle cose, anche l’opera più mediocre ha molta più anima del nostro giudizio che la definisce tale. Ma ci sono occasioni in cui un critico qualcosa rischia davvero. Ad esempio, nello scoprire e difendere il nuovo. Il mondo è spesso avverso ai nuovi talenti e alle nuove creazioni: al nuovo servono sostenitori! >>

La Pixar ha detto quello che penso meglio di come potrei dirlo io. Onore alla giuria che – indipendentemente dalla vostra opinione sulla decisione presa – ha sicuramente saputo fare una cosa molto coraggiosa.

-Michele Gelli

sign

 

(con le mie scuse alla Pixar)

 

 

 

Sticky
0
Share
Ott 10, 2018

Lovecraftesque vincitore del premio Gioco di Ruolo dell’Anno 2018!

News_02_LUCCA_2018_Lovecraftesque_Gioco_dell'Anno

Andato a letto alle 4. Sveglio alle 6. Dopopranzo, mi godo un meritat(issim)o pisolino. Appena riesco ad addormentarmi (non che ci sia voluto poi tanto, eh…)

<<drinnn drinnn drinnn…..>>

Un occhio si apre a fatica. Partono 12 maledizioni che scomodano un discreto numero di Pantheon e divinità. Da Odino A Cthulhu, nessuno escluso. Il primo istinto è non rispondere, ma guardo comunque il cellulare.

Morgengabe. Questa sera sono da loro. Magari è importante.

<<Pronto?>>

Cerco di fare la mia migliore voce entusiasta. Parte il lancio di 2D6. 6-. Fallimento clamoroso, aggiungerei: la voce sembra quella di un 90enne sotto LSD.

<< Michele, ma hai visto cosa è successo?>>

Ingranaggi nel cervello tentano faticosamente di rimettersi in moto a tempo di record. Mi sembra di vedere quelle scene dove sull’Apollo 14 hanno “un problemino” e i vari tecnici a Huston consultano furiosamente i manuali per abbreviare le procedure mentre qualcuno sullo sfondo strilla “salta anche questo, non c’è tempo, non c’è tempo!”

Evidentemente la cosa viene notata perché ancora prima che possa profferire parola mi si dice:

<<Hai vinto il Gioco di Ruolo dell’anno >>

Seguono due secondi dove i tecnici di cui sopra, anziché terminale le procedure, si prendono qualche istante per stappare una o due bottiglie di spumante (o meglio di Sangiovese), incuranti del fatto che mi facciano fare la figura del fesso. La conversazione poi riprende.

Che dire?

Sono contento. Anche se la competizione era davvero serrata, un minimo ci spera sempre. È comunque un riconoscimento al lavoro e alla bravura degli autori.

Sono contento anche per tutti quelli che hanno collaborato al progetto ed hanno fatto in modo che tutto filasse liscio. Che ci fossero demo. Che venissero eliminati i refusi. Che hanno fatto i disegni e le foto. Questo è un riconoscimento anche (e soprattutto) al loro lavoro. Senza Matteo, Simone, Giulia, Alex, Francesca M., Francesca T., Federico, Giuseppe, Marga, Alice, Samuele, Andrea, e tanti altri ancora che in questo momento sono troppo emozionato per ricordare. Un grazie anche a Becky Annison e Josh Fox, ideatori del gioco. Senza tutti voi non avremmo questo magnifico lavoro che ci ha portato così lontano.

Sono triplamente contento per l’ambiente nel suo complesso. Di tanto in tanto, dare un occhio di riguardo ai matti che portano le ultime novità di moderna tecnologia, male non può fare.

Un sentito ringraziamento non può mancare verso la giuria del Gioco di Ruolo dell’Anno 2018 per aver scelto Lovecraftesque tra tutti i giochi finalisti, ognuno dei quali altrettanto meritevole. E un profondo ringraziamento va a tutti voi, che ci seguite e supportate, creando un ambiente di cui posso essere più che contento.

Ci vediamo a Lucca (a questo punto spero proprio che potranno essere disponibili ANCHE le carte per Lovecraftesque , che fino ad ora dovevano essere scaricate e ritagliate).

Restate sintonizzati per le prossime news, ne vedrete delle belle!

Stay tuned!

sign

Sticky
0
Share
Set 14, 2018

Lovecraftesque nominato per il Gioco di Ruolo dell’Anno 2018

News_02_LUCCA_2018_Gioco_dell'AnnoLo scorso 8 Settembre, in diretta Facebook, la giuria del Gioco di Ruolo dell’Anno ha presentato i finalisti. Ne sono stati scelti cinque, contro i previsti tre, sfruttando una clausola del regolamento che permette alla giuria di allargare la rosa. E devo dire che, vista la qualità media delle proposte, non posso che concordare.

La motivazione della nomination di Lovecraftesque è stata la seguente:

“Dopo numerosi giochi dedicati ai miti di Cthulhu è difficile pensare ad un GdR capace di immergervi così profondamente negli sdrucciolevoli labirinti scaturiti dalla penna del solitario di Providence. Ebbene, Lovecraftesque è quel gioco. Grazie a una narrazione guidata ma condivisa che alleggerisce, distribuendole, le responsabilità della conduzione della storia, saranno i giocatori a creare la loro storia d’autore in stile lovecraftiano scoprendo nuovi orrori e forse intuendo qualche ombra dei Grandi Antichi. Il manuale è ben strutturato e ricco di esempi e suggerimenti che permettono anche ai giocatori neofiti, e a chi non conosce i miti di Cthulhu, di cogliere lo spirito del gioco con molta facilità, e farlo proprio. Il gioco è ideato da Joshua Fox & Becky Annison prodotto da Black Armada, edito e distribuito in Italia da Narrattiva.”

Auguri anche a Dreamlord Press, che piazza in finale il suo The Sprawl. Nonché a Be-Movie e Cabal, che sicuramente meritavano questo riconoscimento. Quattro giochi indie sfideranno l’elephant in the room, il “progenitore”: Dugeons & Dragons.

Chi la spunterà?

A presto per tutte le notizie su Lucca Comics & Games 2018 (che sono davvero tante)

Il vostro affezionato vicino

sign

Sticky
0
Share